La tartare di caponata, uva passita, capperi di Salina e Pantelleria e cipolla di Giarratana fritta

Per una ricetta ancora più casalinga, è possibile coltivare le melanzane, i capperi, la cipolla, le olive, il sedano, i peperoni, il grano e l’uva. Spero di scrivervene prima o poi sul mio blog sul giardinaggio

CMGiardinaggio su Facebook e Google +

Salute. E per le proprietà nutritive c’è la pagina Cucina sul mio blog sulla salute.

CMSalute su Facebook e Google +

Ricettari. Magari, prima o poi, ricette di caponate nella pagina Cucina del mio blog sui libri.

CMLibri su Facebook e Google +

Ed ora @ CMRicette su Blogspot….

La tartare. C’è anche una variante creativa di Mario Bacherini dal programma I classici della cucina italiana – la tartare di caponata, cipolla fritta ed olio al basilico (ma per me non c’è l’ultimo ingrediente) con l’uva passita di Pantelleria ed un cucchiaio di pinoli, da me ulteriormente rielaborata.

La ricetta della tartare di caponata, uva passita, capperi di Salina e Pantelleria e cipolla di Giarratana fritta. http://t.co/WpDOqs52E0

— Calogero Mira (@CMCucinaSicilia) July 25, 2013

Commenti @ CMRicette su Google +

e CMRicetteSicilia su Facebook

Necessari una melanzana piccola, una cipolla di Giarratana (Rg), un sedano, un peperone rosso, i capperi di Salina (Me) e Pantelleria (Tp), le olive (io le ho nel mio campo), un cucchiaio di farina, un cucchiaio di aceto bianco siciliano, olio per friggere, olio evo, sale e pepe quanto basta.

Ho imparato, peraltro, una nuova parola brunoise visto che, per cucinare questo piatto, si comincia cuocendo al vapore tutte le verdure tagliate a brunoise, cioè in cubetti molto piccoli (ricerca fatta con il mio profilo CMRicette @ Volunia e tramite Metacrawler.com).

Condiamo, poi, con i capperi di Salina e Pantelleria e con le olive, l’aceto e poco olio; tagliamo le cipolle di Giarratana ad anelli e le bagniamo con acqua e farina e, quindi, le friggiamo. Frulliamo olio, pinoli, l’eventuale basilico (che io cercherò di non usare), il sale ed il pepe e mettiamo le verdurine in un colapasta cilindrico, cospargiamo con l’olio – eventualmente al basilico – e decoriamo con le cipolle fritte di Giarratana. E…. finito, ricetta veloce, no?

Sicilia – Veneto. Un’altra caponata televisiva, questa volta alla veneta, di Maria Silvia di Onigo (Treviso) – con video You Tube e da Quel che passa il convento di Tv2000, programma con Virginia Conti e frate Francesco – @ le liste Peperoni rossi, Sedano, Olive verdi e Capperi di CMRicette su StumbleUpon.

<blockquote class=”twitter-tweet”><p>La videoricetta della caponata alla veneta da &quot;Quel che passa il convento&quot; di Tv2000. <a href=”http://t.co/pJrY91OWwD”>http://t.co/pJrY91OWwD</a&gt; <a href=”https://twitter.com/search?q=%23CMRicetteTv&amp;src=hash”>#CMRicetteTv</a&gt; <a href=”https://twitter.com/search?q=%23CMRicette&amp;src=hash”>#CMRicette</a></p>&mdash; Calogero Mira (@CMRicetteTv) <a href=”https://twitter.com/CMRicetteTv/statuses/387613421295788033″>October 8, 2013</a></blockquote>
<script async src=”//platform.twitter.com/widgets.js” charset=”utf-8″></script>

La videoricetta della caponata alla veneta da “Quel che passa il convento” di Tv2000. http://t.co/pJrY91OWwD #CMRicetteTv #CMRicette

— Calogero Mira (@CMRicetteTv) October 8, 2013

<div id=”fb-root”></div> <script>(function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = “//connect.facebook.net/it_IT/all.js#xfbml=1″; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs); }(document, ‘script’, ‘facebook-jssdk’));</script>
<div data-href=”https://www.facebook.com/CMRicetteTv/posts/533545973399365&#8243; data-width=”550″><div><a href=”https://www.facebook.com/CMRicetteTv/posts/533545973399365″>post</a&gt; di <a href=”https://www.facebook.com/CMRicetteTv”>CMRicetteTv</a&gt;.</div></div>

Consumatori. Poco, buono o alto il prezzo per una caponata di melanzane che costava – in offerta in un supermercato – quasi sei euro al chilo?

Giovedì venticinque luglio ’13

Aggiornato martedì otto ottobre ’13

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: